Categorie
Solare e Biomassa

Conto termico

Cosa e’ il conto termico

Il conto termico 2.0 è un incentivo statale che viene riconosciuto a chi effettua interventi che migliorano l’efficienza energetica di un edificio.

Nello specifico si tratta interventi che riguardano l’installazione di impianti solari termici, la sostituzione di generatori a biomassa (come ad esempio stufe, termocamini o caldaie alimentati a legna, pellet oppure cippato) con un nuovo dispositivo, la sostituzione di pompe di calore con un nuovo dispositivo.

Questo è valido per gli edifici privati. Se sei l’amministratore o il responsabile tecnico di un edificio pubblico devi sapere che l’incentivo previsto dal Conto Termico 2.0 si applica anche in altri casi: la sostituzione di caldaie a condensazione; la sostituzione degli infissi; l’installazione del cappotto termico; l’installazione di illuminazione a LED, e altro

Come funziona il Conto Termico 2.0?

L’incentivo previsto dal Conto Termico 2.0 copre al massimo il 65% della spesa sostenuta per l’intervento. L’incentivo varia in base alle zone climatiche e in base al tipo di dispositivo che stai installando. L’incentivo viene erogato 60 giorni dopo che la pratica ha ricevuto la valutazione positiva da parte del GSE (Gestore dei Servizi Energetici).

Come ottenere l’incentivo

Ad oggi molti sono i dubbi su come poter accedere all’incentivo e molte sono le regole che sono cambiate.

Per esempio una volta si poteva accedere al contributo anche quando si cambiava una stufa ad aria con una stufa idro. Ecco questo oggi purtroppo non e’ più possibile. Per potervi facilitare qui sotto ⬇ troverete 2 pdf Pubblicati dal GSE che illustrano nel dettaglio quali sono le casistiche per poter usufruire di tale Incentivi nel mondo della biomassa e del solare termico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *