Categorie
Solare e Biomassa

Nuovo bando regione Lombardia ‼‼

Biomasse e qualità dell’aria, la Lombardia sperimenta un bando Innovativo

Con la Dgr n. XI/ 3360 del 14 luglio 2020, la Regione Lombardia ha approvato uno schema di accordo con la Provincia di Mantova per la sostituzione di impianti
termici a biomassa obsoleti e inquinanti con altri nuovi e performanti e potenza
termica nominale fino a 35 kW.
L’iniziativa intende accelerare la rottamazione dei generatori domestici che
non dispongono del certificato ambientale previsto dal D.min. 186/2017
oppure, pur disponendone, appartengono a una classe emissiva inferiore
alle “3 stelle”, sostituendoli con nuovi generatori di classe non inferiore a
“4 stelle” certificata in base al D.min.186/2017.
Lo scopo è quindi sostenere le famiglie nella rottamazione di generatori con
prestazioni ambientali non più compatibili con il processo di risanamento
della qualità dell’aria, stimolando l’uso del Conto termico 2.0,che dispone ancora di notevoli risorse non spese (il 70% nel 2019) e che rappresenta uno strumento fondamentale per il turnover tecnologico.

Il meccanismo di incentivazione supplementare al Conto termico è molto semplice ed efficace. A partire dal giorno successivo la data
di pubblicazione del bando, previsto per la fine di settembre 2020, i cittadini della provincia di Mantova che dispongono di una scheda contratto con il Gse (Gestore dei servizi energetici) che dimostra l’assegnazione del Conto termico con data successiva a quella di pubblicazione del bando, possono richiedere l’incentivo supplementare. L’entità dell’incentivo è commisurata al livello di emissioni di polveri dei generatori installati come indicato nella tabella 1.
Le risorse complessive nette messe a disposizione fino ad esaurimento, sono pari a 236.926 euro. Il termine ultimo per la presentazione delle domande è fissato alle ore 12 del 31/12/2021 (salvo
proroghe). Le domande di prenotazione del contributo devono essere recapitate a mezzo raccomandata A/R all’Agenzia energetica provinciale Agire srl con indirizzo P.zza Sordello, 43 – 46100
Mantova (www.agirenet.it), a cui i cittadini possono rivolgersi per avere ulteriori informazioni e/o chiarimenti.

ESEMPI APPLICATIVI

Stufa a legna – Nel caso di sostituzione di una stufa a legna di 12 kW, con una moderna della stessa potenza che soddisfa i requisiti del Conto termico e una classe di qualità ambientale 4 Stelle con PP ≤ 20 mg, il Conto termico assegna 1.698 euro in un’unica rata (Zona climatica E, Comune di Mantova).
Il contributo provinciale è 1.698 x 0,4 = 679 euro, quello totale che riceve il cittadino è quindi 1.698 + 679 = 2.377 euro.
Ipotizzando un costo della sostituzione di 4.000 euro, il contributo sarà del 60%. Caldaia a legna – Nel caso di sostituzione di una vecchia caldaia a legna di 40 kW con una moderna di 30 kW, che soddisfa i requisiti del Conto termico e a una classe di qualità ambientale 5 Stelle
con PP ≤ 10 mg, il Conto termico assegna 6.885 euro in due rate annuali (Zona climatica E, Comune di Mantova).
Il contributo provinciale è 6.885 x 0,5 = 3.442 euro, quello totale che Riceve il cittadino è quindi 6.885 + 3.442 = 10.327 euro. Ipotizzando un costo della sostituzione di 15.000euro, il contributo sarà del 68%

Categorie
Solare e Biomassa

Conto termico

Cosa e’ il conto termico

Il conto termico 2.0 è un incentivo statale che viene riconosciuto a chi effettua interventi che migliorano l’efficienza energetica di un edificio.

Nello specifico si tratta interventi che riguardano l’installazione di impianti solari termici, la sostituzione di generatori a biomassa (come ad esempio stufe, termocamini o caldaie alimentati a legna, pellet oppure cippato) con un nuovo dispositivo, la sostituzione di pompe di calore con un nuovo dispositivo.

Questo è valido per gli edifici privati. Se sei l’amministratore o il responsabile tecnico di un edificio pubblico devi sapere che l’incentivo previsto dal Conto Termico 2.0 si applica anche in altri casi: la sostituzione di caldaie a condensazione; la sostituzione degli infissi; l’installazione del cappotto termico; l’installazione di illuminazione a LED, e altro

Come funziona il Conto Termico 2.0?

L’incentivo previsto dal Conto Termico 2.0 copre al massimo il 65% della spesa sostenuta per l’intervento. L’incentivo varia in base alle zone climatiche e in base al tipo di dispositivo che stai installando. L’incentivo viene erogato 60 giorni dopo che la pratica ha ricevuto la valutazione positiva da parte del GSE (Gestore dei Servizi Energetici).

Come ottenere l’incentivo

Ad oggi molti sono i dubbi su come poter accedere all’incentivo e molte sono le regole che sono cambiate.

Per esempio una volta si poteva accedere al contributo anche quando si cambiava una stufa ad aria con una stufa idro. Ecco questo oggi purtroppo non e’ più possibile. Per potervi facilitare qui sotto ⬇ troverete 2 pdf Pubblicati dal GSE che illustrano nel dettaglio quali sono le casistiche per poter usufruire di tale Incentivi nel mondo della biomassa e del solare termico.